Era salita pericolosamente sul parapetto della Perimetrale con l’intenzione di lanciarsi nel vuoto: salvata in extremis dal provvidenziale intervento della Polizia di Stato. L’azione eroica degli agenti è stata compiuta nel tardo pomeriggio di ieri a Calata Capodichino. Secondo quanto ricostruito sin qui una donna di circa 40 anni R.P. in evidente stato di alterazione, aveva raggiunto a piedi il tratto autostradale che conduce in viale Umberto Maddalena scalvando pericolosamente la recinzione. Ai presenti in strada e poi alle forze dell’ordine è parsa chiara l’intenzione della di R.P. di lanciarsi nel vuoto. Sono stati propri i presenti in strada in quel momento a Capodichino a fermare un’auto dell’Upg che si trovava in zona avvertendo i poliziotti del pericolo.

La donna portata all’Ospedale del Mare

Sul posto sono poi giunti in supporto anche una volante del Commissariato di Secondigliano e una del Commissariato di Scampia. In un’azione sinergica, alcuni degli agenti hanno cercato prima di calmare la donna pronta a tentare il suicidio parlandone e distraendola. Poi, in un lento avvicinamento, gli altri intervenuti per sventare il pericolo hanno afferrato la donna per le braccia e parte del corpo riuscendo, non poca difficoltà, a farla tornare a terra scongiurando una tragedia. R.P. A salvataggio avvenuto da parte dei poliziotti di Scampia, Secondigliano e dell’Upg, è scattato un lungo applauso per il pericolo scampato. La donna è ora ricoverata al reparto Psichiatria dell’Ospedale del Mare con evidenti graffi sulla pelle forse segno, ma resta da accertare, della volontà della donna di compiere gesti di autolesionismo.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.