23.2 C
Napoli
giovedì, Maggio 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Andare a mare a Miseno costerà di più, ritorna il ticket: pagheranno anche i residenti


Tornerà in vigore la prossima estate il ticket d’ingresso per il litorale di Miseno-Miliscola. Questa la decisione presa durante il consiglio comunale ieri sera a Bacoli. Nel 2011, l’allora sindaco di Bacoli Ermanno Schiano aveva abolito il provvedimento riguardante il ticket doganale per una delle spiagge più gettonate della provincia di Napoli, avviato dall’ex sindaco del comune flegreo Antonio Coppola sette anni prima. “Una sentenza del Consiglio di Stato, attestata anche da un decreto del Presidente della Repubblica, sottolinea una motivazione di equità sociale” – queste le parole di Schiano messe a verbale dal ‘Corriere del Mezzogiorno’ il 9 Maggio 2011.

La norma in vigore ai tempi dell’amministrazione dell’ex primo cittadino bacolese Coppola prevedeva la tassa d’accesso a pagamento solo per i non residenti. L’attuale sindaco Giovanni Picone ha disposto nel nuovo piano di riequilibrio finanziario, approvato dalla maggioranza di governo, che il pedaggio per la fascia costiera flegrea venisse esteso anche ai residenti di Bacoli. Gli unici esonerati dal pagamento del biglietto saranno i residenti all’interno della Ztl di Capo Miseno e Miliscola. ‘InterNapoli’ riportava nel 2003 il malcontento dei cittadini causato dal costo e dalla disorganizzazione del procedimento per il pedaggio a Miseno-Miliscola. L’opposizione consiliare ha mostrato la sua contrarietà al provvedimento. Nuove modalità e costi attendono definizione dai successivi atti. Si annunciano sicuramente polemiche anche da parte dei residenti e soprattutto i commercianti che potrebbero subire un calo di presenze a causa dell’introduzione del balzello.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Pistola in faccia ai commessi, rapina choc in un negozio di articoli cinesi a Napoli

Minuti di terrore. Interminabili minuti di paura. Quelli avvertiti dai dipendenti di un negozio di articoli cinesi a Napoli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria