Abbonamenti e soldi scalati ai clienti senza consensi, perquisizioni nelle sedi Wind-Tre

Truffa Wind-Tre
Wind-Tre e Guardia di Finanza

Truffa Wind-Tre. Sono oltre 10 gli indagati nell’inchiesta della procura di Milano sulle truffe nei confronti di centinaia di utenti delle compagnie telefoniche che si sono visti addebitare dei servizi a pagamento senza aver mai dato il consenso. Una truffa per tutti gli utenti che si vedevano costi per servizi mai attivati e quindi mai richiesti. Perquisizioni e sequestri sono stati effettuati nella sede legale di Wind-Tre dagli uomini del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza e contestualmente la procura ha inviato una lettera all’Autorità garante per le comunicazioni in relazione alla posizione di Vodafone, Tim e un’altra società.

Non solo la truffa Wind-Tre, attenzione alle chiamate dal numero milanese (ARTICOLO 13/01/2020)

Non solo la truffa Wind-Tre, il fenomeno delle truffe telefoniche e digitali ha visto un netto rialzo con il finire del 2019. La truffa più diffusa rimane quella del trading online – si legge su Notizie.it – in cui un malintenzionato cerca di convincere la persona che ha chiamato a depositare il proprio denaro su un conto che in realtà non esiste. L’escamotage è la promessa di guadagni sicuri attraverso operazioni finanziarie che si rivelano completamente fittizie.

La chiamata arriva dallo 02 871657881 (ma potrebbe arrivare anche da altri numeri). Chi risponde si sente dire: “Vuoi svoltare la tua vita grazie al trading?”. Ovviamente, non è mai così. Ma se prima le chiamate sospette erano facilmente riconoscibili, visto che la maggior parte sembravano provenire dal Regno Unito (con numeri come +44 20 3695 3097 e +44 20 3519 9767), ora lo 02 (prefisso della provincia di Milano) può indurre a rispondere molte più persone.

Per avere maggiori informazioni sull’ipotetica truffa Wind-Tre, bisognerà aspettare la conferenza stampa prevista per le 11.30 di questa mattina. 

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.