Coronavirus, falso allarme a Napoli per la donna al Cotugno: è influenza AH3

È salito a 41, dopo un susseguirsi di bollettini medici, il numero delle vittime del coronavirus in Cina. I casi accertati nel Paese sono 1.300 e il contagio sbarca in Europa con tre pazienti conclamati in Francia. In Italia è stato escluso, dopo i controlli, un caso sospetto a Napoli: la donna di 63 anni giunta dallo Sri Lanka con febbre alta e gravi problemi respiratori e ricoverata in isolamento all’ospedale Cotugno è affetta da «semplice influenza», come precisa il ministero della Salute dopo l’allarme nella notte.

Dal canto suo, la Cina tenta di far fronte con tutti i mezzi ad una epidemia che sembra diffondersi a gran velocità, e proprio alla vigilia del Capodanno lunare in cui feste e manifestazioni favoriscono il contagio. Tredici città sono state isolate, chiuse la Grande Muraglia e la Città proibita. Vietata la vendita di pacchetti turistici. A Wuhan è in costruzione un nuovo ospedale, quelli esistenti non bastano più. Giunti in aereo da Pechino 450 ufficiali medici esperti. Si lavora a un vaccino che potrebbe essere pronto in tre mesi, secondo l’immunologo Fauci. Lo riporta l’Ansa.