Nuova richiesta di rinvio a giudizio per Davide Vannoni, padre del cura Stamina. Lo ha chiesto la Procura di Torino in un nuovo filone di indagine sulla metodica. L’udienza preliminare si aprirà a luglio. Gli accertamenti sono legati all’applicazione della terapia in Georgia. A quanto si è appreso, oltre a Vannoni ci sarebbero altri due indagati.
Nell’aprile dello scorso anno, Vannoni era stato arrestato dai carabinieri del Nas di Torino perché accusato di avere ripreso a Tblisi l’attività di Stamina, per la quale aveva patteggiato una pena a un anno e dieci mesi, con la condizionale, impegnandosi a rinunciare a qualsiasi iniziativa che gli permettesse di proseguire l’applicazione della controversa terapia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.