Napoli-Milan, dalle sfide Scudetto degli anni ’80 ad oggi. La trasformazione di una sfida sempre ricca di fascino

Sabato sera al San Paolo andrà in scena la classica Napoli-Milan, una partita che assume un sapore quasi nostalgico per i tanti confronti avuti tra partenopei e meneghini soprattutto sul finire degli anni ’80 quando le due compagini guidate da Maradona da una parte e gli olandesi dall’altra si giocavano lo scettro di campione d’Italia. Sono passati circa trent’anni da quelle epiche sfide fatte di campioni e di un calcio completamente diverso rispetto ad oggi, da allora è cambiato tanto con le due società che hanno vissuto gli anni ’90 e ’00 in maniera diametralmente opposta, anni travagliati per gli azzurri e intrisi di vittorie quelli rossoneri. Oggi però la storia si è capovolta e a lottare per il titolo c’è il Napoli delle meraviglie di Maurizio Sarri mentre il Milan dopo la faraonica campagna acquisti estiva, soprattutto per le cifre spese, arranca a metà classifica. Il pronostico sembra scontato ma come sempre il calcio resta una scienza inesatta e la gara che attende Hamsik e compagni nasconde tante insidie, visto anche il momento di

appannamento che vivono gli azzurri. La gara si preannuncia combattuta come sempre con uno stadio pronto a fare da cornice ad una sfida che resta sempre tra le più affascinanti dell’intero panorama nazionale.