10.8 C
Napoli
sabato, Gennaio 22, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Mugnano, accordo tra Comune e Eav: risparmiati 50mila euro e riconquistate diverse aree della città


Ci sono diverse aree, in tutta la provincia di Napoli, che risultano letteralmente abbandonate. E non è un caso. Sono porzioni di territorio una volta occupate dall’Eav. Pezzi di provincia che sono ancora di proprietà dell’ente Autonomo Volturno ma che non sono destinate ad alcun utilizzo. Rappresentano, in sostanza, terre di nessuno in mezzo alle proprietà private. Aree che potrebbero essere restituite alle comunità e destinate a riqualificazione. Cosa che sta per succedere a Mugnano grazie ad un accordo raggiunto tra l’Amministrazione Comunale e l’Eav. La buona notizia è stata rilanciata attraverso un comunicato stampa che vi riportiamo di seguito.

Risultato storico dell’Amministrazione Sarnataro, acquisite le aree Eav ricadenti sul territorio cittadino. L’importante provvedimento, che sarà votato questa sera in Consiglio comunale, prevede che le aree dismesse dell’Ente Autonomo Volturno saranno concesse al Comune a titolo gratuito per un periodo di 12 anni. «Le zone interessate sono quelle facenti parte del tracciato dell’ex Alifana, comprensiva quindi di un tratto di via Granata – spiega l’assessore agli Affari Legali Vincenzo Massarelli –. Inoltre andremo ad acquisire l’area sovrastante l’attuale linea della metro che da Mugnano porta a Scampia. Abbiamo stipulato quest’accordo con l’Eav affinché queste arterie non fossero abbandonate all’incuria e al degrado. Ringrazio il consigliere regionale Franco Moxedano che ci ha coadiuvato in tutte le  fasi della trattativa».
In questa convenzione viene stralciato, inoltre, il debito che il Comune di Mugnano aveva nei confronti dell’Eav per la realizzazione di un tratto di via Granata, con un risparmio di oltre 50 mila euro. «Si tratta di un risultato eccezionale – dichiara il sindaco Luigi Sarnataro -. Andiamo a risolvere un problema che affliggeva diverse zone di Mugnano da oltre trent’anni, come via Granata, via Crispi, via Aldo Moro. Un provvedimento di particolare importanza anche per i residenti di via Sansone. Nel prossimo futuro la nostra intenzione è quella di dichiarare la strada di pubblica utilità. Così, come Comune, potremo intervenire direttamente per gli interventi di pulizia pubblica illuminazione e manutenzione stradale. In più sulle aree dismesse vorremmo andare a realizzare la pista ciclo-pedonale, così come da impegni presi in campagna elettorale».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

“Ipermercati senza controlli”, la denuncia del manager di Yamamay e Carpisa

"Ipermercati e supermercati sono realtà che, sin dall’inizio della pandemia, hanno dato  luogo ad assembramenti non controllati e autorizzati,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria