Settanta tonnellate di amianto, vernice e guaina in un terreno, maxi sequestro nel Casertano

Un’area di circa 2500 metri quadrati sulla quale sono state trovate circa 70 tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza a San Prisco. Nell’ area erano accumulate lastre d’amianto frantumate, guaine bituminose, materiale di risulta dell’attività di costruzione, barattoli di vernice ed elettrodomestici fuori uso. All’inizio di maggio la discarica abusiva fu oggetto di un rogo doloso che produsse una densa nube nera e tossica. L’area sorge a ridosso della variante Anas, e proprio al di sotto della zona inquinata passa una conduttura delle rete idrica che serve l’area metropolitana di Napoli ed agglomerati industriali delle province di Napoli e Caserta.

I rifiuti non erano facilmente visibili, in quanto sovrastati da un cavalcavia e nascosti dalla vegetazione. Il provvedimento di sequestro preventivo è stato emesso dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, che ha accolto la richiesta della Procura.