Assembramenti sui lidi da Pozzuoli a Castel Volturno, vigili e carabinieri interrompono aperitivi e festini

lidi locali aperitvi pozzuoli castel volturno assembramenti forze dell'ordine pozzuoli castel volturno
Le foto di alcuni eventi, pubblicate dal sindaco di Pozzuoli Figliolia

Sono tante le segnalazioni di assembramenti sui lidi durante questo giorno di festa. I carabinieri di Castel Volturno e la polizia municipale di Pozzuoli hanno interrotto diversi aperitivi e festini organizzati nel pomeriggio. Infatti le forze dell’ordine sono intervenute in diversi lidi e locali. Il sindaco puteolano Vincenzo Figliolia ha scritto un duro post sulla sua pagina Facebook: “Divertirsi va bene, cercare di tornare alla normalità è lecito. Ma bisogna tutelare la salute rispettando le regole. La nostra polizia municipale è intervenuta sul litorale per degli assembramenti. Addirittura c’è chi ha ben pensato di organizzare una festa con tanto di discoteca, camuffata da servizio aperitivo. Il locale ha avuto 5 giorni di chiusura. Atteniamoci alle disposizioni: ne va della nostra salute!“.

Purtroppo dalle immagini postate dal primo cittadino è possibile scorgere tanti giovani senza mascherina. Ancora oggi sono tassivamente vietati gli assembramenti senza rispettare il distanziamento sociale, al fine di evitare il pericolo dei nuovi contagi. In serata si è verificato inoltre un intenso traffico lungo le arterie stradali del Litorale Domizio e dell’area Flegrea. Probabilmente gli ingorghi sono stati creati proprio dai clienti provenienti dai lidi. Purtoppo molti hanno passato alcune ore imbottigliati tra le lunghe code di auto.

APERITIVI NEL RISPETTO DELLE REGOLE SU LIDI E LOCALI

Su tanti altri lidi e locali della zona sono stati rispettati il distanziamento sociale e la capienza massima. Inoltre tanti clienti hanno indossato responsabilmente la mascherina durante gli eventi e gli aperitivi organizzati dalle strutture. Ricordiamo che le bevande alcoliche possono essere vendute fino alle ore 22, così come stabilito dall’ordinanza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Dopo l’orario indicato dal provvedimento, i clienti potranno consumare solo al tavolo o al banco fino all’una di notte. Tale provvedimento vale anche per lidi e locali dei litorali campani, che, sopratutto in estate, sono frequentati da tanti giovani.