Picchiato nel carcere in Campania, la compagna disperata lancia l’appello: «Aiutatelo»

È disperata e soprattutto preoccupata per le condizioni del marito, un detenuto del carcere di Santa Maria Capua Vetere ma originario di Eboli. Quest’ultimo sarebbe stato picchiato e, negli ultimi giorni, la compagna ha voluto lanciare un appello per chiedere aiuto. Il suo nome è Mario C., che fino a ieri sera era rinchiuso nella casa circondariale del Casertano. Adesso è scattato il trasferimento al carcere di Secondigliano, anche se la pena da scontare è abbastanza lunga: l’uomo, infatti, potrà tornare in libertà entro il 2024.