Coronavirus. Non si fermano all’alt e scappano, denunciati dopo inseguimento nel Nolano

Immagine di repertorio

Quattro persone, che circolavano nell’area nolana in auto, in violazione della normativa anti-diffusione del Coronavirus, sono state fermate dai carabinieri dopo un inseguimento a Cimitile. I quattro, residenti a Visciano, Nola, San Gennaro Vesuviano e Cimitile erano già stati denunciati per lo stesso motivo. Il conducente dell’ auto, con targa straniera, non si è fermato all’ alt imposto da una pattuglia di militari, ed è fuggito. Al conducente è stata ritirata la patente.

L’auto è stata sequestrata. Quattro giovani sono stati denunciati, ancora per violazione della normativa sull’ epidemia, a Qualiano. Circolavano su un’auto e non hanno saputo fornire ai Carabinieri una giustificazione valida. Uno di essi aveva due grammi di hashish, ed è stato segnalato alla Prefettura. A Castellammare di Stabia, i carabinieri hanno fermato in viale Don Bosco, nel rione Savorito, un uomo di 42 anni, che non ha saputo giustificare la sua presenza in strada. Il 42 enne era in possesso di grammo di crack ed è stato denunciato e segnalato alla Prefettura.