Detenuto di Marano stroncato da un infarto nel carcere di Secondigliano

Un altro detenuto ha perso la vita all’interno del carcere di Secondigliano. Crescendo Muoio, 55enne di Villaricca, era in carcere da poco meno di un anno perché sotto processo per fatti legati alla criminalità organizzata. I primi a soccorrerlo sono stati i suoi compagni di cella che hanno provato inutilmente di rianimarlo. Inutile anche il disperato tentativo del personale medico, quando sono intervenutiil cuore di Muoio aveva già smesso di battere. Probabile che sia stato colto da un infarto fulminante.