Ex consiglieri ed assessori, salti della quaglia e ‘figli di’: curiosità sui candidati a Marano

I candidati alle elezioni di Marano

Qualche volto noto della politica da anni, la candidatura della figlia di un vigilantes morto in maniera tragica e la contemporanea presenza, nello stesso schieramento, di padre e figlio. E, ovviamente, qualche volto nuovo. Si trova un po’ di tutto nelle 15 liste in campo alle comunali del 21 ottobre quando ben 6 candidati a sindaco si contenderanno la poltrona più ambita della città.

Spulciando le liste, qualche chicca emerge. Innanzitutto quello nello schieramento di sinistra costituito da l’Altra Marano e Potere al Popolo dove oltre all’aspirante primo cittadino Mauro Bertini, sindaco dal 1993 al 2006 e rifermento de l’Altra Marano, figura suo figlio Luca Bertini, operatore del terzo settore, che cercherà di portare consensi a Pap. Nella lista l’Altra Marano figurano anche Alessandro Recupido e Anna Garofalo, già consiglieri comunali nel precedente civico consesso, e Stefania Fanelli di Sinistra Italiana.

Passando al centrosinistra, nella civica Il Cambiamento È Agorà figura anche Marta Della Corte, la figlia di Francesco Della Corte, il vigilante ucciso lo scorso marzo all’esterno della metropolitana di Piscinola da tre adolescenti ora in galera in attesa di processo. La giovane pochi giorni fa ha ricordato con il fratello Giuseppe e gli altri membri della famiglia il suo papà in una commovente cerimonia e scopritura della lapide proprio a Piscinola.

Nel Partito Democratico, che schiera oltre al candidato sindaco Rodolfo Visconti anche il suo segretario cittadino Ettore Amore, figura Salvatore Perrotta, soltanto omonimo dell’ex fascia tricolore di centrosinistra e il consigliere comunale uscente Domenico Paragliola. Consigliera uscente è anche Titty Astarita, che cerca un nuovo scranno nel Movimento Civico Maranese, lista dell’avvocato Rosario Pezzella che è sostenuto anche da Noi con Salvini dove ad esempio figura anche il referente cittadino Luigi Baiano. In campo anche l’ex consigliere Vincenzo Passariello candidato con Albano, in passato nelle fila dell’Udc e infine nella lista Piazza Pulita.

Tra gli ex consiglieri eletti nel 2013 ci sono anche Lorenzo Abbatiello, ora in campo con la Lega, Castrese Alfiero candidato ora nelle liste di Pezzella, Pasquale Coppola sempre col Pd

Esperienza prima da consigliera comunale d’opposizione e poi da assessore e vicesindaco della giunta di Angelo Liccardo, quella in carica quando ci fu lo scioglimento per condizionamenti della malavita organizzata, è Teresa Giaccio che correrà come pretendente sindaco in Fratelli d’Italia.

Candidato anche Francesco Migliaccio, ex assessore con Cavallo poi candidato con Bertini poi passato a Liccardo ed ora candidato con Albano. Nelle liste di Albano sono candidati anche il figlio di Giuseppe Aprea, storico esponente della Sinistra cittadina, e il figlio di Vincenzo Iorio, ex consigliere di centrosinistra.