Europa League, stabilito il girone del Napoli: Ciro Ferrara sorride al sorteggio

napoli

Roma, Napoli e Milan – le tre squadre italiane qualificate per la fase a gironi dell’Europa League (prima giornata il 22 ottobre) – hanno conosciuto oggi i loro avversari. E’ stato Ciro Ferrara, vincitore della Coppa Uefa nel 1989 col Napoli, ad estrarre i bussolotti. Il Napoli di Gennaro Gattuso è stato inserito in prima fascia e ha pescato una spagnola, una olandese e una croata. Di seguito il Girone F d’Europa League, quello in cui inserito il sodalizio partenopeo:

GIRONE F DOVE E’ INSERITO IL NAPOLI:
Napoli
Real Sociedad
AZ Alkmaar
Rijeka

Potrebbe interessarti anche

Piotr Zielinski e il collaboratore extra della SSC Napoli Giandomenico Costi sono risultati positivi al Covid. Ad annunciarlo, dopo la seconda tornata di tamponi della settimana, è la SSC Napoli tramite un comunicato ufficiale. “Al termine dell’elaborazione dei tamponi fatti ieri, sono risultati positivi al Covid-19 il calciatore Piotr Zielinski e il collaboratore (extra gruppo squadra) Giandomenico Costi”. C’era tanta attesa in casa Napoli per l’esito del secondo tampone settimanale in vista della trasferta di Torino per la gara di domenica con la Juventus. Ieri è stata effettuata la seconda tornata di test.

Covid in casa Napoli: Zielinski positivo al Covid

Dopo le 19 positività in casa Genoa, ecco le prime due nel Napoli dopo il secondo giro di tamponi di ieri. Un calciatore della squadra allenata da Rino Gattuso, ovvero Piotr Zielinski, e un collaboratore, infatti, sono risultati positivi al Covid-19. Per avere maggiore sicurezza, i due stanno ripetendo l’esame. E i tamponi saranno poi ripetuti per tutti sabato, nella giornata di vigilia del match di domenica contro la Juve, prima della partenza per Torino. Come spiega Sky, “ci sono le condizioni al momento per poter giocare, visto l’ultimo regolamento. Ma saranno decisivi i tamponi di domani, saranno fatti la mattina e si aspetta l’esito in serata”. Solidarietà, dunque, a Zielinski. 

“GLI ABBRACCI DOVREBBERO ESSERE VIETATI IN SERIE A”

Gli abbracci e l’esultanza in campo dovrebbero essere vietati. La distanza deve comunque essere mantenuta. Se da 1 positivo nella squadra sono diventati 14 vuol dire che il virus è circolato, che non sono state mantenute le distanze. Se abbiamo un tampone negativo non dobbiamo pensare di essere invincibili. Continuare a mantenere le distanze è fondamentale“. Ha dichiarato il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri a Un Giorno da Pecora su Rai Radio 1 commentando gli ultimi casi di contagio nella squadra del Genoa.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi