Ruba 15mila euro con il falso messaggio della banca, beccata una 41enne di Marano. A conclusione di un’accurata indagine, i Carabinieri di Sant’Antioco hanno denunciato per truffa aggravata, un 25enne di Pagani e una 41enne di Marano. I due, con i soliti raggiri, inducevano la vittima a fornire loro informazioni personali. Sottraendo poi, grazie a tali dati sensibili, ben 15mila euro dal conto corrente di un 51enne impiegato di Carbonia, residente a Sant’Antioco. Si tratta del così detto phishing.

FALSO MESSAGGIO DELLA BANCA

In sostanza la vittima ha ricevuto un finto messaggio dalla sua banca che gli rappresentava presunti problemi sul conto, per poter risolvere il problema il messaggio suggeriva di accedere attraverso un link su Internet Banking e accreditarsi con le proprie credenziali, come poi l’uomo ha fatto. Ad avergli inviato quel messaggio non era stata però la banca ma abili truffatori che, utilizzando quei dati, hanno poi effettuato tre bonifici su conti a loro in uso, immediatamente svuotati dopo la sottrazione. I carabinieri ricostruivano in maniera certosina l’accaduto con l’ausilio degli operatori bancari e telefonici in relazione alle utenze interessate. Gli autori della truffa individuati e saranno processati al Palazzo di Giustizia di Cagliari.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.