Ubriaco alla guida travolge scooter e auto: 8 feriti

Ubriaco alla guida travolge 8 persone: gravi marito e moglie. I Carabinieri della Stazione di Barano di Ischia hanno denunciato per lesioni personali stradali gravissime un 32enne di Ischia. l’uomo – risultato positivo all’alcool test – è ritenuto responsabile di aver causato ieri sera verso le 21 in via Vincenzo Di Meglio un incidente stradale con 8 feriti. Nello scontro sono rimaste coinvolte tre auto ed uno scooter.

Sei delle persone ferite sono giudicate guaribili con prognosi comprese tra i 7 e i 10 giorni mentre le due che viaggiavano sullo scootermarito e moglie – hanno avuto la peggio. I due coniugi sono ricoverati in prognosi riservata: la moglie all’ospedale Rizzoli di Ischia, mentre il marito è stato trasferito al “Cardarelli” a Napoli.

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno effettuato il sopralluogo sulla zona del sinistro, sequestrando i mezzi coinvolti. Acquisite, inoltre, le immagini dei sistemi di video sorveglianza presenti in zona.

Controlli delle forze dell’ordine a Ischia

I Carabinieri della compagnia di Ischia hanno svolto un servizio straordinario di controllo e monitoraggio dei flussi turistici e per la prevenzione dei reati. Sull’isola – da sabato scorso ad oggi – sono sbarcate oltre 45mila persone. I militi della compagnia ischitana insieme a quelli del Nucleo Cinofili di Sarno hanno identificato nella giornata di ieri più di 150 persone e 50 veicoli in arrivo presso i porti di Ischia e Casamicciola sensibilizzando i turisti a rispettare le norme anti-covid ed il distanziamento sociale.

A seguito dei controlli i carabinieri hanno segnalato alla Prefettura due assuntori di sostanza stupefacente ed effettuato diverse sanzioni. Riscontrate violazioni al codice della strada ed un arresto. A finire in manette un 31enne di origini tunisine arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Napoli; l’uomo era sottoposto a libertà vigilata. I carabinieri ne hanno segnalato le diverse violazioni all’autorità giudiziaria che ha emesso l’ordine di carcerazione.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.