Il coronavirus fa un’altra vittima in provincia di Napoli, il sindaco: «Non potrà avere i funerali che merita»

Il Coronavirus continua a mietere vittime in Campania. Dopo la morte di un avvocato napoletano di 57 anni deceduto nella terapia intensiva del Cotugno, questa notte è morto un uomo di 86 anni residente a San Giorgio a Cremano ricoverato da quattro giorni in ospedale.

È stato il sindaco Giorgio Zinno a darne notizia: «Oggi una famiglia, a cui vanno le nostre condoglianze, non potrà neanche dare l’ultimo saluto ad un padre, un marito, un nonno, perché la legge vieta le cerimonie funebri. La morte è già qualcosa di drammatico, ma quando arriva così violenta, inaspettata e portata da un virus che non si arresta anche a causa di ignoranti che continuano a trasgredire le norme, resta poco altro da aggiungere».