Infiamma il toto-giunta a Qualiano, De Leonardis: “Il Cencelli non si nega a nessuno”

qualiano giunta cencelli assessori

Incastonare tutti i 5 tasselli al posto giusto entro l’inizio della prossima settimana ed iniziare a lavorare a pieno ritmo in virtù delle scadenze incombenti come il bilancio consuntivo e le osservazioni sul Puc. Il sindaco Raffaele De Leonardis non vuole attendere oltre per la formazione della giunta comunale di centrodestra e vuole dare alla cittadinanza quel senso di operatività finita la sbornia per la vittoria al ballottaggio del 24 giugno.

IL GIORNO DECISIVO

Lunedì, viene ora ritenuto il giorno più probabile per il varo completo dell’esecutivo. «Al di là di quanto qualcuno ha asserito – afferma ad Internapoli.it il primo cittadino – le consultazioni stanno andando molto bene. Vogliamo chiudere quanto prima e presentarci così al primo consiglio comunale, da convocare dopo la proclamazione degli eletti, con la giunta al completo». Della giunta a 5 di cui si comporrà l’esecutivo, aggiunge De Leonardis, «la maggioranza sarà composta da donne. Almeno è questa l’intenzione. Sarà una squadra di qualità, un mix di politici e tecnici».

Rispettando il manuale Cencelli, due Assessorati andranno a Noi con l’Italia, la lista della coalizione di centrodestra alla quale sono andati più voti alle elezioni. Le altre caselle saranno occupate da Forza Italia, probabilmente Fratelli d’Italia e qualcuna delle civiche a sostegno del sindaco. Ma chi potrebbe far parte della squadra di assessori? Ad avere qualche chances potrebbe essere, in quota Noi con l’Italia Rosalba Fele, forte delle sue oltre 600 preferenze e per la quale si era vociferato anche di una possibile nomina a presidente del consiglio comunale che invece dovrebbe andare all’ex sindaco ed eletto in Forza Italia Salvatore Onofaro. Sempre in Noi con l’Italia, l’altro nome che circola è quello di Principia De Rosa.

Una delle 5 poltrone di assessore sarà occupata invece da Forza Italia, con l’ex consigliere e primo dei non eletti Giulio Cacciapuoti. In lizza anche Domenico Di Domenico e Stefano Castellano. Agli azzurri, potrebbe essere data anche la delega di vicesindaco. Un tecnico potrebbe essere invece appannaggio di Fratelli d’Italia, anche se il partito a livello locale spingerebbe per Sabatino Franzese. Visibilità in giunta dovrebbero averla anche le civiche a sostegno di De Leonardis, quella diretta espressione del sindaco e Qualiano Vive, io la difendo.

IL CENCELLI

Insomma, verrà applicato il manuale Cencelli. De Leonardis su questo dice: «Il manuale Cencelli non si nega a nessuno, non vedo nessun tipo di problema». Proprio il primo cittadino, almeno in questa prima fase, deterrà per sé la delega al bilancio. Intanto, entro la metà della prossima settimana avverrà la proclamazione degli eletti al consiglio comunale. Come già da qualche anno, sono 16 le persone che siederanno nell’emiciclo di piazza del Popolo. Di queste, 10 faranno parte della maggioranza di centrodestra e 6 per le opposizioni. Da lì in poi, ci saranno 20 giorni di tempo per convocare il primo consiglio comunale post voto che presumibilmente, dunque, sarà celebrato alla fine del mese.