Italia. Dramma in vacanza, bimba cade nella piscina del villaggio: muore a soli 4 anni

Non ce l’ha fatta la piccola che domenica scorsa era caduta in una piscina nel Centro vacanze La Risacca di Porto Sant’Elpidio, nel Fermano. Era ricoverata all’ospedale Salesi di Ancona da sei giorni e ieri sera è deceduta. La bambina, che aveva 4 anni, era stata portata in ospedale e si trovava in condizioni molto critiche: dopo che era stata soccorsa, era stata rianimata con un lungo massaggio cardiaco durato oltre trenta minuti.

Ma le sue condizioni erano rimaste gravissime così come i danni cerebrali riportati: non aveva mai ripreso conoscenza nei sei giorno in cui era stata ricoverata. La piccola, di origini albanesi e residente in città con la famiglia che è in Italia da tanti anni, domenica era con il papà e il fratellino di 6 anni nella struttura elpidiense per passare una giornata di divertimento che si è trasformata in tragedia. Sfuggita al controllo del genitore, era finita in piscina. Dopo alcune ricerche, un bagnante aveva notato il suo corpo con il volto sott’acqua.

Di lì la disperata corsa per salvarla e la telefonata al 118. I soccorritori avevano rianimato la piccola a fatica, l’avevano poi intubata e trasferita in ospedale in eliambulanza. Sulla vicenda indagano i carabinieri che nei giorni scorsi hanno sentito diversi testimoni e soccorritori. Il Centro, che ha deciso di listare a lutto la sua pagina in segno di cordoglio e di rispetto per la famiglia, ha scritto un post su Facebook: «Abbiamo appena ricevuto la notizia che la bimba che ha rischiato di affogare in piscina la scorsa domenica purtroppo non ce l’ha fatta. Tutto lo Staff si stringe nel dolore al fianco della famiglia della piccola. Chiediamo a tutti di rivolgere un pensiero e una preghiera».