Lavoro nero e immigrazione clandestina, scoperte fabbriche a Sant’Antimo

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Giugliano in Campania,  con l’ausilio di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania, del Reparto Mobile di Napoli e con la preziosa collaborazione del  personale della Guardia di Finanza della Tenenza di  Frattamaggiore , hanno eseguito, questa mattina un mirato controllo finalizzato al contrasto dello sfruttamento del lavoro nero e del favoreggiamento dell’immigrazione clandestina presso alcune aziende che si occupano della lavorazione e produzione dei capi di abbigliamento in Sant’Antimo.

Nel corso dei controlli sono state identificati 47 lavoratori di cui 27 presumibilmente non inquadrati sotto il profilo lavorativo. Quattro lavoratori sono risultati clandestini per cui i titolari delle aziende sono stati denunciati in stato di libertà ai sensi dell’art. 22 C.12 e art.12 c.5 del D.l.vo 286/98. La Guardia di Finanza ha provveduto ad elevare le contravvenzioni per gli illeciti contestati.