Manita del Giugliano. I tigrotti strapazzano la Flegrea e tornano a sorridere

Un Giugliano travolgente riscatta il contestatissimo pareggio di sette giorni fa asfaltando la Flegrea. I ragazzi di mister De Stefano dominano la gara andando in vantaggio dopo appena un quarto d’ora di gioco con Fava, l’attaccante ex Udinese viene imbeccato da un ottimo cross di Panico per lo 0-1 ospite. Il Giugliano continua a spingere sfiorando il raddoppio con Cassandro che di testa, da calcio d’angolo, manda a lato. Passano pochi minuti e il raddoppio arriva con l’attesissimo gol di Caso Naturale, il capocannoniere dell’ultimo campionato, su un cross da calcio piazzato di Sardo tocca il pallone riuscendo a sbloccarsi trovando il primo gol stagionale. I tigrotti si limitano a gestire fino al duplice fischio dell’arbitro che manda le squadre negli spogliatoi. La ripresa si apre con gli ospiti che calano il tris, azione perfetta con Panico che serve De Rosa che dal centro dell’area non sbaglia. La Flegrea non c’è più e sprofonda, i montesi subiscono nel giro di poco altri due gol prima con Tarascio che sigla un gran gol all’incrocio e poi con Bacio Terracino con un tiro a giro che bacia il palo e finisce in rete. La gara termina verosimilmente qui e dato anche il caldo le squadre frenano fino al triplice fischio che sancisce la prima, roboante, vittoria in campionato della squadra gialloblù.