Massacra di botte i genitori e li manda in ospedale, uomo del clan arrestato dai carabinieri di Somma Vesuviana

I carabinieri della stazione di Somma Vesuviana insieme a colleghi del nucleo radiomobile di Castello di Cisterna hanno arrestato un 32enne  sottoposto alla libertà vigilata, ritenuto vicino ai clan Panico-Perillo della zona di Sant’Anastasia. I militari lo hanno bloccato nei pressi della sua abitazione dopo l’aggressione a calci e pugni ai genitori conviventi di 67 e 65 anni, entrambi pensionati. Le vittime sono state medicate al pronto soccorso dell’ospedale di Nola: i medici hanno loro refertato lesioni guaribili in 8 e 15 giorni. Anche nel recente passato l’uomo aveva posto in essere analoghe condotte violente.