Tragedia nel Napoletano, schiacciata da un tir fuori la villa comunale: muore nonna Maria

foto de ilgiornaledicaivano.it

Le ultime cose che ricorderà della vita non saranno legate al dolore. Maria Mennillo, 82 anni di Caivano, si è spenta all’ospedale Cardarelli, dove era ricoverata da quel maledetto giovedì. La donna era stata investita da un tir, mentre attraversava sulle strisce di corso Umberto I, nei pressi della villa comunale di Caivano. Dopo l’impatto aveva immediatamente perso conoscenza, senza più riprenderla. A nulla sono servite le cure ospedaliere, dove nonna Maria è arrivata in condizioni disperate. Alla donna era stata amputata la gamba destra, ma ad essere fatali sono state le fratture e lesioni da schiacciamento agli organi interni.

Con la morte della povera Maria, si fa ancora più grave la posizione dell’autista del tir, che dovrà ora rispondere di omicidio stradale.

Tragedia nel Napoletano, schiacciata da un tir fuori la villa comunale: muore nonna Maria

Dopo l’impatto aveva immediatamente perso conoscenza, senza più riprenderla. A nulla sono servite le cure ospedaliere, dove nonna Maria è arrivata in condizioni disperate.

Con la morte della povera Maria, si fa ancora più grave la posizione dell’autista del tir, che dovrà ora rispondere di omicidio stradale. 

Dopo l’impatto aveva immediatamente perso conoscenza, senza più riprenderla. A nulla sono servite le cure ospedaliere, dove nonna Maria è arrivata in condizioni disperate.

Con la morte della povera Maria, si fa ancora più grave la posizione dell’autista del tir, che dovrà ora rispondere di omicidio stradale. 

Dopo l’impatto aveva immediatamente perso conoscenza, senza più riprenderla. A nulla sono servite le cure ospedaliere, dove nonna Maria è arrivata in condizioni disperate.

Con la morte della povera Maria, si fa ancora più grave la posizione dell’autista del tir, che dovrà ora rispondere di omicidio stradale. 

Dopo l’impatto aveva immediatamente perso conoscenza, senza più riprenderla. A nulla sono servite le cure ospedaliere, dove nonna Maria è arrivata in condizioni disperate.

Con la morte della povera Maria, si fa ancora più grave la posizione dell’autista del tir, che dovrà ora rispondere di omicidio stradale.