Morte Emiliano Sala. Indagini concluse, ma le cause dell’incidente sono “top secret”

È ufficialmente terminata la prima fase delle indagini sull’incidente aereoche ha causato la morte di Emiliano Sala, l’attaccante argentino in procinto di passare dal Nantes al Cardiff, scomparso nel nulla durante il volo il 21 gennaio scorso e rinvenuto cadavere due settimane dopo nel Canale della Manica. Gli inquirenti hanno annunciato che le cause dell’incidentesaranno rese note lunedì prossimo.

La notizia è stata diffusa da Wales Online. La Air Accident Investigation Branch (AAIB) ha annunciato che una prima relazione, non definitiva, sull’incidente sarà diffusa alla stampa durante una conferenza che si terrà lunedì alle due del pomeriggio (ora britannica). Le indagini, comunque, non si fermano qui: sono ancora tantissimi gli interrogativi sulla tragedia di Emiliano Sala, a cominciare dal mistero intorno al pilota, David Ibbotson, il cui corpo non è ancora stato individuato.

Gli inquirenti, che hanno passato oltre quattro giorni nella zona in cui è stato rinvenuto il relitto dell’aereo, hanno fatto sapere di aver accertato alcune delle cause dell’incidente avvenuto al Piper PA-46 Malibu a bordo del quale Emiliano Sala aveva deciso di volare da Nantes a Cardiff, dopo aver firmato per il club gallese di Premier League e dopo essere tornato in Francia per salutare i compagni di squadra.