Mugnano. E’ polemica sul manifesto dell’opposizione, il sindaco Sarnataro: “Cattivo gusto”

In questi giorni il sindaco Luigi Sarnataro è alle preso con il rimpasto di giunta, al seguito del quale si sono susseguite molte indiscrezioni. I consiglieri d’opposizione del centrodestra hanno criticato il primo cittadino con un manifesto dal titolo ‘Il mercato delle vacche’. “Venghino signori Venghino. Tutti invitati alla tavola del banditore. Cosa non si fa pur di rimanere in sella. Questo sta succedendo a questa amministrazione. Si dispensano deleghe e qualche piacere pur di rimanere attaccati alla poltrona. Il burattinaio muove i fili e i pupi calano il capo chino a comando. – continua i manifesto – Dov’è il signorotto della lista upm? E i joker della lista citta ideale? E i potentati della lista Mugnano futura? Sono forse scappati dalla vergogna o peggio ancora sono talmente vili da chiudersi in un silenzio assordante. Noi pensiamo invece che queste persone debbano avere un atto di orgoglio e far sì che questa amministrazione, che non ha nulla a che vedere con la rivoluzione culturale, vada a casa e lasci che Mugnano possa essere amministrata da chi ha veramente a cuore le sorti della città. #LaRivoluzionedellepoltrone. #LaRivoluzionedelleVacche”.

LA REPLICA DEL SINDACO

Il sindaco Luigi Sarnataro ha replicato al manifesto dell’opposizione: “Questo manifesto, oltre ad essere di cattivo gusto e offensivo nei confronti delle donne impegnate in politica, rappresenta tutta l’enorme frustrazione dell’opposizione che – nonostante abbia provato in più occasioni a far cadere la mia amministrazione – ha dovuto fare i conti con la solidità della mia compagine politica. Con l’apertura del teatro, del liceo, delle ville comunali e tanto altro ancora, abbiamo ampiamente dimostrato che alle loro parole noi facciamo seguire i fatti”

IL MANIFESTO