Coronavirus, Napoli-Inter non si gioca: è arrivato l’annuncio ufficiale

Napoli-Inter, rinvio coronavirus
Napoli-Inter, rinvio coronavirus

Coronavirus e Coppa Italia, un altro rinvio. Il Prefetto di Napoli Marco Valentini ha deciso il rinvio della partita Napoli-Inter, semifinale di ritorno di Coppa Italia in programma domani sera allo stadio San Paolo Nel suo provvedimento, il Prefetto rileva che per Napoli-Inter sono stati venduti “circa 40 mila biglietti”, e questo “determinerebbe inevitabili assembramenti per controllare gli ingressi allo stadio”, “Il provvedimento di divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella Regione Lombardia – aggiunge il Prefetto – già assunto per motivi di ordine pubblico, non risulta sufficeinte a prevenire la possibilità del contagio.

L’annuncio de ‘La Gazzetta dello Sport’ sul rinvio di Napoli-Inter

Napoli-Inter non si gioca. Ad annunciarlo La Gazzetta dello Sport, anche se la notizia era già nell’aria. Come Juventus-Milan, dunque, anche l’altra semifinale di Coppa Italia è stata rinviata a data da destinarsi.

“Secondo fonti del Governo, si va verso il rinvio della semifinale di ritorno di Coppa Italia. Ieri sera, sul tardi, è arrivato anche l’ok diAurelio De Laurentiis alla proposta di calendario formulata dalla Lega Calcio. Nel pomeriggio, il presidente del Napoli aveva lasciato in sospeso il suo parere, che ha espresso poi in serata. L’altra semifinale, Juventus-Milan, era già stata rinviata a data da destinarsi”. Questo è quanto scrive la rosea che ha annunciato il rinvio di Napoli-Inter.

Cinese al San Paolo si alza e grida: «Non ho il Coronavirus»

In un clima di terrore mondiale, l’incredibile siparietto andato in scena al San Paolo ha fatto il giro dei social. In uno stadio super pieno per il big match di Champions League tra Napoli e Barcellona, un tifoso azzurro di nazionalità cinese, si è alzato poco prima della partita e ci ha tenuto a precisare ‘Io non ho il Coronavirus’.

La reazione dei napoletani ribalta i luoghi comuni ed il clima persecutorio e razzista che si sta vivendo negli ultimi giorni. Infatti, tanti applausi.