La figlia di appena 3 mesi non smette di piangere, lui la scaraventa contro il divano e la uccide. Il 22enne Traherne Williams era in casa solo con la figlia quando la piccola ha iniziato a piangere. Il giovane papà ha provato a calmarla in ogni modo ma la piccola non ne voleva sapere di calmarsi ed, esasperato dalla situazione, l’ha lanciata sul divano.
Per settimane l’uomo di Broxburn, nel Lothian Occidentale, in Scozia, ha fatto finta di niente con la sua compagna, ma dopo qualche tempo la bambina ha inziato ad essere meno reattiva e a non voler mangiare, così la mamma, la 20enne Shannon Main, l’ha portata in ospedale. I medici hanno scoperto che la piccola aveva gravissimi danni cerebrali, immediatamente è scattato il ricovero ma per lei non c’è stato nulla da fare ed è morta qualche giorno dopo. A quel punto sono scattate le indagini: i traumi della neonata, secondo i medici, erano dovuto a trauma da scuotimento.
Subito i sospetti sono caduti sul padre della bimba, come riporta anche Metro, che però inizialmente ha negato ogni accusa, parlando di una caduta coccidentale. Con il passare dei giorni però ha confessato e ha ammesso di aver avuto uno scatto di rabbia perché frustrato nel non riuscire a farla addormentare. I fatti risalgono a circa un anno fa, ma oggi il 22enne è stato condannato per omicidio colposo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.