Oltre 200 tra morti e feriti a Napoli, le strade macchiate dal sangue

L’Unità Operativa Infortunistica Stradale, negli ultimi sei mesi del 2018, ha effettuato 256 interventi rilevando incidenti stradali di rilevante gravità, riscontrando in 221 casi lesioni delle persone coinvolte, in 47 incidenti le lesioni hanno avuto una prognosi riservata e in 8 occasioni le lesioni hanno causato la morte delle persone coinvolte.

Le norme a tutela dell’incolumità degli utenti della strada comportano una serie di accertamenti  obbligatorie in caso di incidenti stradali, quali il controllo tossicologico e del tasso alcoolemico dei conducenti coinvolti. Inoltre dalla ricostruzione della dinamica del sinistro e dai controlli sui documenti obbligatori per la circolazione sono stati accertate 949 infrazioni al CdS, ritirate 20 patenti di guida, sottoposti a sequestro penali 113 veicoli ed a sequestro/fermo amministrativo 65 veicoli, mentre per infrazioni più gravi sono stati detratti 1.384 punti ai fini della validità della patente di guida.

In questi primi giorni del nuovo anno gli agenti del reparto infortunistica sono stati impegnati nelle rilevazioni di un incidente stradale, in Via Cupa del Cane ai confini con il Comune di Marano, dove è deceduto un ragazzo di 20 anni alla guida di uno scooter in seguito allo scontro con un camion attrezzato per lavori di movimento di terra. Il conducente del camion è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per omicidio stradale e il veicolo sottoposto a sequestro preventivo.