Omicidio di Cardito, parla la piccola Noemi: “Tony ci metteva dentro il c****”

“Chi l’ha Visto?” è tornato ad occuparsi del caso dell’omicidio del piccolo Giuseppe, massacrato di botte da Tony Essobti Badre con il manico di una scopa sotto gli occhi della mamma Valentina. Una tragedia che a distanza di diverse settimane non smette di inorridire per la brutalità con cui l’uomo ha ucciso il piccolo e ha ridotto in condizioni disperate la sorellina Noemi.

Durante la trasmissione andata in onda ieri sera su Raitre, sono state mandate in onda anche le parole della bambina che racchiudono i momenti di terrore che da tempo vivevano nella casa di Cardito dove erano costretti a sopportare i maltrattamenti di Tony. «Io lo dicevo alle maestre che Tony ci metteva sotto l’acqua e dentro il ces**. Mamma era con me, ma non faceva niente. Finalmente me ne vado da quella casa», ha rivelato la piccola. Le insegnanti, infatti, sapevano e avevano inviato nove giorni prima della tragedia una nota alla dirigente della scuola, una segnalazione che si è rivelata tardiva e incompleta. «Il padre dei bambini è sparito. Era il compagno che li picchiava. Giuseppe non parlava, si buttava a terra e io gli dicevo “scimmiottella”. E lui “scimmia no”», dice una delle maestre in un’intercettazione poco dopo l’omicidio.

La mamma è stata arrestata per complicità, ma Chi l’ha Visto? racconta che anche la scuola non ha fatto nulla per impedire la tragedia, nonostante il bambino e la sorella mostrassero ogni giorno lividi ed ecchimosi.