Omicidio Willy, Belleggia torna a casa: 3 restano in cella. Oggi i funerali del 21enne

willy

Uno dei 4 ragazzi arrestati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte ha ottenuto la detenzione domiciliare. Si tratta di Francesco Belleggia che ieri nel corso dell’interrogatorio di garanzia avrebbe detto di avere visto uno dei fratelli Bianchi colpire Willy. Restano in carcere gli altri tre arrestati, i fratelli Gabriele e Marco Bianchi e Mario Pincarelli. L’accusa per i 4 resta quella di omicidio preterintenzionale

I funerali di Willy si terranno  a Paliano

“Il rito funebre, presieduto da mons. Mauro Parmeggiani, si terrà alle 10 al Campo Sportivo Comunale “Piergiorgio Tintisona”, in via Palianese Sud” ha reso noto il sindaco Domenico Alfieri, spiegando di aver partecipato in Questura di Frosinone al tavolo tecnico per l’organizzazione delle esequie. “Effettuare opere di bene al posto di omaggi floreali e, per chi lo desiderasse. Di partecipare al funerale indossando una maglia o una camicia bianca, come simbolo di purezza e gioventù”. E’ l’invito della famiglia di Willy – reso noto dal sindaco di Paliano Domenico Alfieri – per i funerali del ragazzo che si svolgeranno sabato mattina a Paliano.

“Nel rispetto del volere espresso dalla famiglia di Willy, sarà vietato l’ingresso alle telecamere e ogni tipo di ripresa. La cerimonia sarà esclusivamente un momento di raccoglimento, riflessione e preghiera comune” ha aggiunto Alfieri in un lungo post sulla sua pagina Facebook. “Dunque dobbiamo essere tutti estremamente responsabili – ha sottolineato il sindaco – Seguiamo le indicazioni, rispettiamo le distanze, utilizziamo obbligatoriamente la mascherina. Rendiamo onore al nostro amato Willy con coscienza, riserbo e compostezza, nel momento più difficile di questa immensa tragedia”.

Intanto sul fronte delle indagini potrebbero arrivare presto nuove iscrizioni nel registro degli indagati per la morte di Willy. Infatti l’attività di indagine dei carabinieri, coordinati dalla procura di Velletri, prosegue in queste ore con l’ascolto di altre persone presenti la notte tra sabato e domenica scorsa a Colleferro e che avrebbero avuto un ruolo nella rissa. Al momento il procedimento resta rubricato come concorso in omicidio preterintenzionale ma alla luce delle testimonianze raccolte il capo di imputazione potrebbe aggravarsi in omicidio volontario.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi