Picchia la compagna con il neonato tra le braccia, bloccato dai poliziotti ad Afragola

E’ stato bloccato nella sua abitazione di Afragola mentre continuava a infierire sulla sua compagna. E’ quanto successo lo scorso pomeriggio quando, alla centrale operativa del commissariato di Afragola, è giunta una segnalazione. Sul posto si sono subito recate le volanti ‘Como Afragola 17’ e ‘Como Afragola 11’. Giunti presso la palazzina segnalata gli agenti trovavano ad attenderli una donna che ha raccontato loro che la nipote, all’interno dell’appartamento posto al primo piano dello stabile, veniva picchiata dal suo compagno. Giunti presso l’appartamento gli agenti trovavano l’appartamento in completo subbuglio con l’uomo che proferiva minacce alla donna: “Sei buona a fare solo i b…”, e “Brava hai chiamato le guardie, se denunci te la faccio pagare”. I poliziotti notavano la donna col volto tumefatto che aveva in braccio la figlia di soli 14 mesi. Gli agenti hanno separato i due  e hanno colto l’appello di aiuto della donna che veniva accompagnata all’ospedale di Acerra con ferite giudicate guaribili in sei giorni. Il compagno è stato arrestato e portato nel carcere di Poggioreale.