L’ottava Sezione della Corte di Appello di Napoli (Presidente Giovanna Grasso, Giudice a latere Gallucci e Cioffi), accogliendo l’Appello dell’Avv. Vittorio Fucci jr, ha revocato la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno per la durata di 3 anni, che, in primo grado, era stata inflitta a Vincenzo D’Onofrio, di Arpaia, di 53 anni, soprannominato “O’ Mangiavatt”, noto alle cronache per molteplici vicende giudiziarie legate anche alla sua attività di custode del cimitero  di Arpaia.
Come si ricorderà il D’onofrio, con molteplici precedenti penali, era stato coinvolto anche in procedimenti per associazione camorristica, all’esito dei quali è stato, però, assolto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.