«State sbagliando», ci fu il rischio di una nuova guerra tra Di Lauro e Scissionisti

Tra gli Amato-Pagano e i Di Lauro si rischiò una nuova guerra. E tutto a causa dei due fratelli Maurizio ed Elia Cancello. A rivelare ai magistrati questo particolare fin qui inedito è stato il collaboratore di giustizia Salvatore Tamburrino che ha spiegato come le tensioni tra i Cancello e il gruppo di Melito stava per creare un nuovo dissidio tra le due cosche.

«Tra i Di Lauro e gli Amato-Pagano non è mai corso buon sangue; Pietro Caiazza mandò a chiedere di un referente dei Di Lauro in quanto voleva parlare. Poichè Giovanni Cortese era ai domiciliari e Salvatore Di Lauro non voleva andare chiese a me di andare all’incontro. A questo incontro ci sono andato io con…. nelle palazzine del 219 e vi erano Pietro Caiazza, Enzo il barbiere, Antonio Palumbo e Mimmo Amato; gli Amato-Pagano avevano litigato con i fratelli Cancello, Maurizio ed Elia che sapevano riparati nel Terzo Mondo dove c’è un fratellastro…. Volevano conferma di questo e io dissi che non era vero. Li volevano uccidere. Pietro Caiazza mi disse: ‘Avete un problema se li state appoggiando’».