18enne violentata
Dalla festa 'finta' allo stupro. L'intervento dei carabinieri.

Dopo la violenza subita da parte di una 18enne violentata, arrivano le affermazioni choc del padre della vittima. Infatti l’uomo, davanti ai carabinieri di Campobello di Mazara, avrebbe minimizzato l’entità dei presunti reati commessi dai quattro giovani, arrestati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo aggravata.

Le parole del padre della 18enne violentata

Ai militari, il papà della 18enne violentata avrebbe detto: ”Mia figlia vi ha raccontato fatti non veri. Era ubriaca e non era in grado di capire cosa stava accadendo”. Poi aggiunge sui quattro presunti stupratori: ”Sono bravi ragazzi. Le ferite che presenta mia figlia sulle braccia sono dovute al fatto che i suoi amici tentavano di riportarla a casa. Ma lei, ubriaca, poneva resistenza”. Parole pesanti, che non fermano i carabinieri. Anzi proseguono le loro indagini per capire davvero cosa accadde quella notte tra il 6 ed il 7 febbraio.

Attirata con una scusa, poi arriva la violenza

L’hanno invitata ad una festa, nonostante le restrizioni anti Covid, ma il tutto si è rivelato un tranello per poi venire stuprata. I quattro che hanno abusato di lei non si sono fermati neppure davanti alle grida ed alle lacrime della vittima. I carabinieri li hanno arrestati e per due è stato disposto il carcere, mentre per altri due i domiciliari. Sarebbe coinvolto anche un altro giovane che non ha partecipato alla violenza, ma, secondo gli inquirenti, non sarebbe intervenuto nemmeno per fermarla. ”Ho gridato a squarciagola perdendo anche la voce”, afferma la 18enne violentata.

La denuncia effettuata il giorno dopo 

La giovane 18enne violentata ancora sotto choc, viene riaccompagnata a casa grazie ad un’amica. La famiglia il giorno dopo denuncia i giovanissimi, tutti di Campobello di Mazara. Gli investigatori hanno sequestrato i cellulari dei quattro ed attendono ancora i risultati. ”Le indagini non si sono mai fermate”, aggiunge il comandate dei carabinieri, Domenico Testa. In queste ore, i quattro giovani arrestati verranno sentiti dal gip.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.