Getta benzina sulla moglie ed i figli, poi si accoltella al petto: famiglia distrutta durante il viaggio in auto

Ha ucciso la moglie ed i figli per poi togliersi la vita. L’ex giocatore di rugby Rowan Charles Baxter, 42 anni, è stato ritrovato vicino ai cadaveri della moglie e dei suoi tre bimbi. I piccoli sono deceduti nell’automobile incendiata dallo stesso 42 anni a Brisbane, in Australia, prima che lui stesso si gettasse tra le fiamme per poi morire. L’unica ad essere stata trovata viva è stata la moglie, ma purtroppo non è riuscita a sopravvivere a causa delle gravi ferite riportate.

Al momento dell’arrivo dei soccorsi – riporta il Daily Mail – per i piccoli Aaliyah di sei anni, Laianah di quattro e Trey di tre, non c’era più nulla da fare. L’uomo, l’ex rugbista, è stato trovato agonizzante ma è morto poco dopo. Pare che la moglie stesse guidando con il marito affianco, quando improvvisamente questo ha gettato benzina sopra di lei ed ai figli. Subito dopo aver dato l’auto alle fiamme, ha provato ad uccidersi con delle coltellate al petto e si è lanciato nell’auto incendiata.

Non sono chiari i motivi che possano averlo spinto a commettere un simile gesto, pare però che i due si stessero discutendo di separazione e custodia dei figli.