Video choc. Tenta di evadere dal carcere: pistola alla testa e calci degli agenti

Stanno facendo il giro del web le immagini di un arresto avvenuto all’esterno dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Il video, girato da un passante, riprende le fasi di arresto dopo un tentativo di evasione. L’uomo, un 37enne italiano recluso nella struttura penitenziaria per rapina e furto, aveva accusato un malore ed era stato trasportato presso il nosocomio del capoluogo. Una volta dimesso, sulla strada verso il penitenziario, ha lanciato via le stampelle e ha provato a sottrarsi ai due poliziotti a cui era stato affidato durante i controlli medici.

L’uomo ha percorso pochi metri prima di essere raggiunto dalle guardie carcerarie. Le fasi dell’arresto sono state riprese da un videoamatore che ha poi diffuso le immagini in rete, scatenando le polemiche. Nel breve video si vede il detenuto immobilizzato e ormai senza via di fuga, percosso da un agente. Nelle concitate fasi del fermo, un agente presente sul posto ha tentato di sedare gli animi del collega che, però, impugnata l’arma l’ha puntata alla testa del fuggitivo. A placare la rabbia dell’agente, ancora il suo collega che lo ha “invitato” a mettere la pistola nella fondina. Successivamente l’evaso è stato fatto mettere a terra, colpito ancora con alcuni calci dallo stesso agente.

L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di oggi presso la Casa Circondariale di Campobasso e Aldo Di Giacomo, segretario generale del sindacato di Polizia Penitenziaria, ha dichiarato: “Questa volta – si legge in una nota – un detenuto italiano in grado di muoversi solo con l’utilizzo di due stampelle è stato ricoverato presso l’ospedale Cardarelli di Campobasso dopo aver accusato un malore. Dopo essere stato dimesso dallo stesso ospedale e dopo essere rientrato nell’istituto penitenziario di via Cavour, il detenuto si è disfatto delle stampelle e ha cercato di evadere correndo al di fuori della casa circondariale. E’ stato ripreso dopo alcuni minuti ed assicurato di nuovo alle patrie galere”.