L’Asl di Caserta ha diramato, tramite i propri distretti territoriali, un allerta per 27 comuni del Casertano in cui si rischia la zona rossa. Infatti i contagi da Covid, nella settimana 22-28 febbraio, sono aumentati in modo sensibile superando il tasso di incidenza settimanale previsto dall’ultimo Dpcm (piu’ di 250 contagi ogni 100mila abitanti). Tanto da poter finire nella fascia di contenimento rossa.

27 COMUNI RISCHIANO IN ZONA ROSSA

Si tratta per la maggior parte di piccoli enti comunali di poche migliaia di abitanti, con l’eccezione di Maddaloni e Santa Maria Capua Vetere. Per tutti i centri della fascia rossa, l’Asl raccomanda l’adozione di prescrizioni più stringenti di quelle previste attualmente a livello regionale come la chiusura degli esercizi non essenziali o la riduzione degli orari.  Sospensione dell’attivita’ scolastica in presenza (gia’ sospesa dal presidente della Regione Vincenzo De Luca).

Le misure per la zona rossa dovranno essere adottate dai sindaci. I comuni interessati sono Arienzo, Calvi Risorta, Casapulla, Casaluce, Castelmorrone, Cervino, Conca Della Campania, Grazzanise, Letino, Macerata Campania. Maddaloni, Marzano Appio, Mignano Montelungo, Parete, Pietramelara, Roccaromana. Roccamonfina, San Felice a Cancello, San Cipriano d’Aversa, San Marco Evangelista, San Prisco, Santa Maria Capua Vetere. Succivo, Santa Maria la Fossa, Valle di Maddaloni, Villa Literno. Altri due comuni, Francolise e Lusciano, sono invece in fascia di contenimento arancione

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità