Palestre e piscine, la Regione Campania pubblica le ordinanze sulle regole da seguire

Il post del presidente della Regione Campania Vincenzo de Luca :”

🔴 COVID-19, ORDINANZA N. 51: SERVIZI “NON ALBERGHIERI”, PISCINE, PALESTRE

Ho appena firmato l’Ordinanza n. 51 che contiene ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Dal 25 maggio 2020:

– sono consentiti i servizi ricettivi anche “non alberghieri”;
– è consentita l’attività delle piscine, escluso quelle con acqua di mare e termali;
– è consentita l’attività delle palestre.

In tutti i casi esposti è obbligatorio il rispetto dei protocolli di sicurezza previsti.

Viene inoltre demandata all’Unità di Crisi la redazione dei protocolli per la riapertura dei circoli culturali e ricreativi a far data dal 28 maggio 2020.

Scarica l’ordinanza e i relativi allegati 👇
http://www.regione.campania.it/assets/documents/ordinanza-n-51-del-24-maggio-2020-definitiva.pdf
www.regione.campania.it/assets/documents/allegato-1-protocollo-strutture-alberghiere-e-extra-alberghiere.pdf
http://www.regione.campania.it/assets/documents/allegato-2-protocollo-piscine-1.pdf
http://www.regione.campania.it/assets/documents/allegato-3-protocollo-palestre-1.pdf

Lunedì 25 maggio riapertura palestre e piscine in Campania. Si attende soltanto l’ordinanza del presidente della Regione Vincenzo De Luca, che dovrebbe arrivare entro mezzanotte, ma oramai non sembrano esserci dubbi. Domani palestre e piscine anche in Campania riapriranno i battenti.

Riapertura palestre e piscine, si attendono protocolli di sicurezza

La curiosità resta, dunque, soltanto per i protocolli di sicurezza e sulle modalità di riapertura indicate dall’ente di Palazzo Santa Lucia.

Le esclusioni per lunedì 25 maggio

Da domani, così, saranno consentiti i servizi ricettivi anche non alberghieri, l’attività delle piscine, escluso quelle con acqua di mare e termali, e l’attività delle palestre.

Per Vincenzo De Luca non solo riapertura palestre e piscine: «Rilanciare il brand ‘Campania sicura’ e ‘Cafoni zero’»

“Vogliamo utilizzare il brand ‘Campania sicura’ per promuovere il turismo nella nostra Regione. Cominciamo con la campagna di promozione turistica internazionale della Regione Campania e, poi, cogliamo l’occasione per sviluppare tanti comportamenti non solo per portare l’epidemia a zero, ma per avere anche cafoneria zero”, ha dichiarato De Luca con lo stile che ormai lo contraddistingue.

“Vorremmo far partire anche ‘Cafoni zero’, una campagna a questo punto anche di valore internazionale – ha poi aggiunto lo stesso. Sarebbe questa anche una bella occasione per far crescere lo spirito civico e, sopratutto, per umanizzare i momenti di incontro e anche di divertimento. Per umanizzarli, non per renderli più alienati e alienanti”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK