I carabinieri di Acerra hanno arrestato uno studente 28enne del luogo incensurato che si è reso responsabile di
atti persecutori ai danni della ex compagna. L’uomo è stato bloccato in via Volturno, subito dopo aver minacciato l’ex
compagna 22enne, anche lei studentessa e incensurata.
Dai primi accertamenti è emerso che nelle ultime settimane il 28enne aveva posto in essere condotte violente e vessatorie.
Ora è ai domiciliari.
Lo studente universitario non si è dato per vinto e ha cominciato a seguirla, fino a bloccarla nei pressi di un passaggio a livello chiuso. “Lasciami in pace o stavolta vado dai carabinieri”, ha detto la ragazza. “Non ci provare nemmeno, altrimenti ti picchio”, ha inveito il ventottenne prima di spezzare l’antenna dell’auto della sua ex. Paura, sgomento non hanno fermato la ventiduenne che con una rapida inversione di marcia si è diretta verso la caserma dei carabinieri inseguita dal suo ex. Il giovane è stato bloccato dai militari accorsi in aiuto della ragazza ed arrestato con l’accusa di atti persecutori. Per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.