Assegno per i figli fino a 21 anni, la Ministra Bonetti: “Semplifica i bonus”

bonus nuovo aiuto alle famiglie

La ministra Elena Bonetti ha chiarito alcuni aspetti riguardanti l’assegno unico per i figli e l relativo finanziamento. “I quattrini ci saranno, c’è stata l’approvazione dell’unanimità del Parlamento, vuol dire molto”, ha dichiarato la titolare del dicastero della Famiglia a Radio24.

“L’assegno unico semplifica la miriade di detrazioni, deduzioni e bonus. Le rende strutturali, in modo stabile per le famiglie italiane. E’ uno strumento universale, c’è una quantità di denaro data ad ogni famiglia per ogni figlio, maggiorata dal terzo figlio, dal settimo mese ai 21 anni”.

Non è stato ancora quantificato l’importo dell’assegno ma nel merito la ministra ha chiarito: “La quantificazione non è ancora stata fatta perché il principio è rendere universale a tutti i figli, bisogna reinserirlo all’interno di una nuova riforma fiscale. Oggi solo i lavoratori dipendenti hanno l’assegno a carico. Partite Iva e autonomi non c’è nulla di tutto questo. Le risorse ci sono? I quattrini ci saranno, c’è stata l’approvazione dell’unanimità del Parlamento, vuol dire molto”.