Camorra di Casalnuovo, scarcerato il ras dei Veneruso-Rea Antonio De Luca

Scarcerato Antonio De Luca, Ras del clan Rea- Veneruso di Casalnuovo di Napoli. La Corte di Appello di Napoli ha accolto la richiesta presentata dal suo legale Antonio Iorio, basata essenzialmente sulla attualità e concretezza delle esigenze cautelari che solo un anno fa portarono in cella l’esponente di spicco del gruppo già gravato da numerosissimi precedenti ed indagato a vario titolo di associazione mafiosa ed omicidi (da quali però è stato assolto).
La richiesta presentata dal suo avvocato si fondava sul bilanciamento tra le esigenze cautelari sussistenti in capo al De Luca è l’attuale stato di emergenza da COVID-19. Il ras del clan torna quindi libero e continuerà ad espiare la sua pena agli arresti domiciliari in provincia di Caserta. De Luca finì agli arresti con l’accusa di aver messo nel mirino, insieme ad altri gruppi criminali, una importante società specializzata in trasporti e logistica (del Caan di Volla) da cui gli emissari del “sistema” avevano preteso 20mila euro in contanti da destinare ai carcerati.