Carcere campano in tilt, troppi agenti candidati alle Elezioni

Difficoltà nella gestione del carcere di Ariano Irpino a causa dell’esubero di nomi di agenti nella lista candidati alle elezioni comunali avellinesi. Come riportato da Telenostra, alla festa della Polizia Penitenziaria gli iscritti al sindacato Sappe si sono incatenati davanti al complesso penitenziario.

Il sindacato degli agenti ha denunciato la carenza di personale, la mancata rotazione su tutti i posti di servizio, la mancata esecuzione delle graduatorie e il ricorso al lavoro straordinario senza il consenso del dipendente. Alle 25 unità in meno rispetto al 2017, se ne sono aggiunte altre 10. Gli agenti, in quanto candidati consiglieri comunali in alcuni dei 21 comuni della provincia di Avellino e di altri comuni della Campania, hanno diritto a un mese di congedo.

Il direttore del carcere Gianfranco Marcello, interpellato dal sindacato, ha dichiarato di sostenere le rivendicazioni esposte.