Cava Al.Ma a Villaricca, riunione in Regione: primo passo importante verso la “messa in sicurezza”

Durata circa tre ore la riunione in Regione Campania per affrontare il problema della discarica ormai dismessa “Cava Al.Ma.” ricadente nel territorio di Villaricca che sta causando ai residenti della zona notevoli problemi.

Comitati di Cittadini attendevano l’incontro per conoscere in che modo si intende procedere per la messa in sicurezza della sito che un tempo riceveva rifiuti di ogni genere e sul quale vi sono state anche inchieste giudiziarie.

Presenti all’incontro il Sindaco di Villaricca con l’assessore al ramo, il Sindaco di Qualiano, un Delegato del Prefetto di Napoli, un Tecnico del Ministero dell’Ambiente e i Rappresentanti del Movimento 5 Stelle regionali e di Villaricca ed un Delegato della Regione Campania.

Sanciti nell’ambito dell’incontro i primi passi da seguire della lunga e difficile strada che porterà alla messa in sicurrezza. L’ASL, infatti, per la parte di sua competenza provvederà alla messa in sicurezza. l’Arpac, invece, provvederà in tempi brevi ad un sopralluogo con caratterizzazione dei primi rifiuti, per procedere in tempi brevi alla rimozione di numerosi pneumatici presenti sulla zona abbandonati. Nel frattempo Regione Campania e Comune di Villaricca provvederanno ad una comunicazione da inviare al Ministero dell’Ambiente affinché sia richiesta l’emergenza per provvedere in seguito a partecipare ai costi di rimozione e al ripristino dei luoghi.

I partecipanti alla riunione del 21 novembre si sono impegnati ad un nuovo incontro operativo entro 15 giorni.

«Un primo passo importante verso la “messa in sicurezza” di Cava alma. I cittadini hanno atteso anni, oggi finalmente registriamo la volontà da parte della regione a voler voltare pagina e provare a risolvere una ferita enorme del nostro territorio».

Così ha commentato il deputato e già Sottosegretario all’Ambiente del Movimento 5 Stelle Salvatore Micillo.