Assenza da scuola per sintomi da Coronavirus, cosa fare per poter tornare tra i banchi

Circolare scuola Coronavirus
Circolare scuola Coronavirus

Coronavirus e scuola: la circolare. Quando un alunno – o dirigente scolastico – potrà ritornare a scuola se assente per una sospetta infezione da Coronavirus? Lo ha chiarito con una circolare il ministero della Salute, firmata dal direttore generale della prevenzione Giovanni Rezza e trasmessa a medici, Regioni, sindacati. Si dovrà presentare il certificato che attesta la negatività del tampone e la guarigione.

Questa, è un ulteriore precisazione dopo le direttive incluse nel dpcm dello scorso 7 settembre, che riguardano la gestione dei casi di Covid 19 all’interno degli istituti, messe a punto dall’Istituto superiore di sanità. Servivano degli approfondimenti su come affrontare le varie situazioni che si possono verificare e che riguardano «attestati di guarigione» per tornare in classe dopo aver accusato sintomi assimilabili a quelli tipici del coronavirus o aver avuto la malattia da Sars CoV 2.

Coronavirus e scuola: la circolare

All’interno del documento – riporta il Corriere della Sera – sono contenuti quattro scenari che dovrebbero indurre il medico a «richiedere tempestivamente il test diagnostico, comunicando la decisione al dipartimento di prevenzione della ASL o al servizio di riferimento» previsto dall’organizzazione regionale.

  1. Se la temperatura corporea sale oltre i 37.5 gradi o se sintomi compatibili all’infezione da Coronavirus si manifestano durante l’attività scolastica in un alunno.
  2. Gli stessi sintomi si manifestano a casa.
  3. e 4. Le stesse situazioni che riguardano gli alunni, ma per insegnanti e operatori. Se il tampone è positivo e diventa negativo in seguito all’accertamento di positività, il medico dopo aver predisposto l’adeguato percorso diagnostico terapeutico, attesta il nulla osta all’ingresso o al rientro in comunità.

Coronavirus e scuola: la circolare
Nel caso in cui dovessero uscir fuori patologie diverse dal Coronavirus (con tampone negativo), il malato resta a casa fino a guarigione clinica. Sarà il medico a redigere l’attestazione per il rientro a scuola, in quanto «è stato seguito il percorso diagnostico terapeutico e di prevenzione». La circolare raccomanda che operatori e alunni abbiano una priorità nell’esecuzione del test.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.