Positivo un infermiere del Monaldi. La mappa dei contagi tra Napoli e provincia

covid tamponi positivi Coronavirus Torre del Greco Casavatore
Gli aggiornamenti sui casi di Covid in Campania [Foto d'archivio]

Un infermiere dell’ospedale Monaldi è risultato positivo al Coronavirus a seguito del risultato del tampone effettuato questo pomeriggio. Il sanitario, appena rientrato da una vacanza in Spagna, si è recato al Monaldi per il test all’interno della medicina del lavoro del nosocomio, secondo il rigido protocollo approntato dalla dirigenza dell’Azienda ospedaliera dei Colli di cui fa parte il Monaldi.

«È immediatamente partita la sanificazione della medicina del lavoro che riaprirà già nelle prossime ore» chiarisce il direttore generale dell’Azienda ospedaliera dei Colli Maurizio di Mauro che ribadisce: «Ci sono ancora troppi comportamenti irresponsabili dei giovani. Bisogna essere attenti perché come abbiamo visto il Coronavirus circola ancora».

L’ULTIMO BOLLETTINO COVID DELLA CAMPANIA

Dei 56 nuovi positivi al Coronavirus in Campania su 2774 tamponi 11 sono di Napoli città e il resto distribuito tra le altre province della regione tranne che ad Avellino. In relazione ai positivi specificati nell’ultimo bollettino, secondo quanto rilevato dall’Asl Napoli 1 Centro 7 positivi, tutti asintomatici, sono viaggiatori di ritorno da Paesi quali Ucraina, Malta, Grecia (Tinos e Mykonos) e appartenenti a diverse comitive segnalando il loro rientro tramite mail. Sono in corso approfondimenti con contatti stretti per appurare della presenza di altri ipotetici infetti da Covid.

Altre 2 persone con sintomi quali febbre e dispnea sono ricoverati al Cotugno dopo il test con il tampone. Uno di loro, di nazionalità cinese, lavora ad un centro commerciale di Gianturco. I restanti 2 individuati dopo approfondimenti dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (Usca) e un altro rilevato dall’Unità speciali di continuità assistenziale su richiesta del medico di medicina generale.

Quest’oggi alla postazione del Frullone, sempre in capo all’Asl Napoli 1 Centro, eseguiti 541 tamponi nella fascia oraria che va dalle 9 alle 16.30. Al numero verde 800909699 dalla Mezzanotte alle 16 arrivate 207 telefonate con il 16% di risposte alle telefonate. Al Covid Center dell’Ospedale del Mare sono 20 in totale le persone ricoverate, 4 in più rispetto a ieri e 1 dimesso. I positivi a Napoli città dall’inizio dell’emergenza ad oggi 18 agosto sono 1159, di cui 886 guariti, 332 asintomatici e 27 in ospedale di cui 1 in terapia intensiva, 104 in isolamento domiciliare e 143 decessi.

I POSITIVI IN PROVINCIA DI NAPOLI

Nella provincia di Napoli, 2 positivi a San Giorgio a Cremano e uno per ciascuno nelle città di Portici, Ercolano, Torre Annunziata, Gragnano, Vico Equense, Caivano, Giugliano, Pozzuoli e una cittadina ucraina con le verifiche ancora in corso in quest’ultimo caso.
Nel casertano, sono ben 9 i nuovi positivi a Roccamonfina portando il focolaio sviluppatosi nei giorni scorsi a oltre 15. Si tratta di tutti casi di infetti di ritorno da un viaggio in Grecia. Altri 5 a Teverola, 3 dei quali riferibili ai contatti di una famiglia extracomunitaria con positivi. In relazione ai casi rilevati all’Asl di Caserta 3 sono persone di rientro da una vacanza in Sardegna. Ulteriori 3 a Casapesenna, uno a Caserta città, uno a Maddaloni, uno a Gricignano d’Aversa, uno a Sessa Aurunca.

Nel salernitano 3 positivi a Mercato San Severino e cioè marito, moglie e un contatto stretto di un paziente ricoverato al Ruggi di Salerno anche con altre patologie; 3 ad Angri, cioè persone infettate da un altro positivo. Un altro caso a Battipaglia di vacanziere tornato dalla Spagna e uno nella città di Salerno. Si tratta, in questo caso, di un giovane tornato dalla Grecia. Nella provincia di Benevento, un caso ad Apollosa e un altro ad Airola.

I dati sul covid 

In Campania attualmente sono 618 gli attuali positivi. Di queste 51 sono ricoverati con sintomi, 2 in terapia intensiva e 565 in isolamento domiciliare. Dall’inizio della pandemia i casi totali salgono a 5043 e i guariti a 4345 mentre il numero dei morti resta fermo a 440.