Morto in crociera, il dolore della fidanzata: «Dovevamo sposarci, ora farò il funerale a Matteo»

«Stavo organizzando il nostro matrimonio. Adesso faremo il funerale del mio fidanzato. Sono disperata», sotto choc l’assessore alla Cultura di Correzzola (Padova), Sonia Marcato che tre settimane fa si è imbarcata da Venezia con il suo compagno, Matteo Sartori 33 anni di Fossò (Venezia), calciatore dilettante, per una crociera Msc. Il dramma si è materializzato il 7 settembre sera durante la cena di gala: lui si è tagliato un dito aprendo un crostaceo. Una minima uscita di sangue, che però poi è risultata fatale.

La tragedia si è consumata a bordo di una nave da crociera Msc salpata da Venezia i primi di settembre. Matteo, assieme alla fidanzata Sonia Marcato, aveva deciso di trascorrere una meravigliosa vacanza, ma la sera del 7 settembre mentre si trovavano nella sala da pranzo della nave il giovane si è ferito con un coltello al dito. Ha deciso di tornare in cabina per medicarsi, poco dopo la fidanzata lo ha seguito. Ed è qui che Sonia lo trova riverso a terra ai piedi di una scala, caduto probabilmente a causa di uno svenimento. La nave si trovava poco lontano dalla costa dell’Albania e il giovane è stato trasportato all’ospedale di Durazzo dove pochi giorni dopo il suo cuore si è fermato. In un gesto di estrema generisità la famiglia ha deciso di donare i suoi organi.