Dall’azzurro al blue: i ‘traditori’ Sarri e Higuain di nuovo insieme al Chelsea

Sono stati da molti napoletani etichettati come ‘traditori’, Maurizio Sarri e Gonzalo Higuaìn, che proprio in queste ore si sono ricongiunti al Chelsea, con il Pipita che già questa sera potrebbe esordire in coppa contro il Tottenham. Se il tecnico toscano ha lasciato una breccia nel cuore di tanti napoletani, l’attaccante argentino è ormai considerato l’uomo del tradimento, colui che tra tante offerte di mercato, ha accettato l’uniche alla quale doveva dire un secco ‘NO’. Va detto però che nei due anni successivi, senza il Pipita, i ragazzi di Sarri realizzano uno dei più grandi capolavori sportivi di sempre. Record di punti, e scudetto sfiorato.

Higauìn al Chelsea

“Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano…”: è questo quello che devono aver pensato Maurizio Sarri e Gonzalo Higuaìn quando ieri è stato ufficializzato il passaggio del bomber argentino al Chelsea di Abramovich. Archiviata dunque la deludente parentesi Milan per il Pipita, che non vede l’ora di rimettersi subito in gioco in un campionato come la Premier League. Sarri, che ha fatto le fortune di Higuaìn al Napoli, ha così commentato l’arrivo del ‘figliol prodigo’: “Gonzalo è un giocatore molto forte, come ha dimostrato soprattutto nella mia prima stagione a Napoli. Ritengo senza dubbio che sia stato uno dei migliori attaccanti che abbia allenato nel corso della mia carriera. Ha maturato la giusta esperienza per poter giocare qui. Lui è un calciatore caratteriale, che vuole vincere sempre. E quando la situazione è diversa rischia di andare oltre, come è successo col Napoli a Udine e con il Milan contro la Juventus. Alla base di queste sue reazioni c’è una personalità forte, un carattere che vuole vincere sempre e comunque. Quest’anno ha avuto delle difficoltà, ma questo capita nella carriera di un calciatore. Noi speriamo di rigenerarlo velocemente”.