Detrazioni 2020 per chi sostituisce la vecchia caldaia: a chi spetta il bonus e come ottenerlo

Anche nel 2020 saranno disponibili le detrazioni per chi decide di sostituire la caldaia con modelli più efficienti: le spese per la sostituzione saranno detraibili al 50% o al 65% dalla dichiarazione dei redditi tramite modello 730 o Unico. Si tratta di un vantaggio importante che consente di ammortizzare la spesa sostenuta per l’acquisto di una caldaia a condensazione di classe A.

Chi ha diritto all’agevolazione potrà scegliere tra due differenti bonus, quello dedicato a chi ristruttura l’abitazione e quello previsto per chi punta al risparmio energetico.

Cosa sono l’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazione

La sostituzione della caldaia comporta inevitabilmente una spesa non indifferente. Eppure quando l’apparecchio è ormai datato, non è possibile procedere altrimenti.

La buona notizia è che se si procede alla sostituzione del vecchio dispositivo con un modello di nuova generazione a condensazione, è possibile rientrare almeno in parte della spesa.

Sono stati prorogati, infatti, i bonus energia, ossia le detrazioni fiscali per chi affronterà nel 2020, interventi di ristrutturazione (Bonus Ristrutturazione) o riqualificazione energetica (Ecobonus) nella propria abitazione.

Si tratta di detrazioni che interessano l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) pari a una parte della spesa sostenuta dal contribuente per l’esecuzione di interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica della propria abitazione.

A quanto ammonta la detrazione e come ricevere i bonus

A seconda del tipo di intervento sono previste due soglie diverse di detrazioni: al 65% e 50%.

Per chi installa una caldaia a condensazione di classe A con contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti di classe V, VI o VII o di impianti dotati di apparecchi ibridi con sistema a pompa di calore e caldaia a condensazione, la detrazione prevista è al 65%.

Se si opta, invece, per una caldaia a condensazione di classe A, la detrazione è del 50%.

La spesa massima per aver diritto all’agevolazione non deve superare i 30mila euro.

Lo sconto IRPEF viene suddiviso in 10 rate annuali con entità che dipende dalla percentuale di detrazione alla quale si ha diritto. È importante ricordare di dichiarare la cifra ricevuta annualmente all’interno della dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo a quello in cui è stata sostenuta la spesa.

Le offerte gas con sostituzione della caldaia

Per ottimizzare la spesa dei costi del riscaldamento avere una buona offerta gas insieme a un impianto efficiente, è fondamentale.

Il mercato libero offre tante e diverse soluzioni per sottoscrivere la tariffa migliore per il proprio stile di consumo. Per non rischiare di sbagliare, vi consigliamo di valutare attentamente le diverse proposte, aiutandovi con portali online che consentono la comparazione delle offerte (come ComparaSemplice.it), già filtrate in base ai vostri reali consumi e bisogni. I migliori, permettono di ricevere una consulenza telefonica senza impegno da esperti del settore, che possono rivelarsi un grande aiuto dalla fase di scelta e confronto, fino all’attivazione dell’offerta.

Per chi sta pensando di sostituire la vecchia caldaia con un modello di nuova generazione, è importante sapere che alcuni fornitori di gas domestico consentono di acquistare la caldaia a condensazione a costi agevolati.

Cambia la caldaia con Eni gas e luce

Eni gas e luce offre ai suoi clienti la possibilità di usufruire di tutti i vantaggi della caldaia a condensazione, garantendo:

  • Consumi ridotti fino al 30% l’anno
  • Installazione standard e prima accensione
  • un termostato smart incluso per programmare il riscaldamento da smartphone o tablet
  • 2 anni di garanzia

In fase di sottoscrizione, qualora si fosse optato per l’acquisto di una caldaia ad alta efficienza energetica, si potrà scegliere di usufruire del meccanismo della cessione del credito, cedendo a Eni gas e luce, il credito derivante dalle detrazioni fiscali previste dalla normativa per l’Ecobonus o il Bonus ristrutturazioni e corrispondere solo al restante importo della spesa, anche in forma rateizzata.

Edison My Confort Caldaie

Anche Edison offre la possibilità sia ai vecchi che ai nuovi clienti di cambiare caldaia a condensazione. L’investimento richiesto in fase iniziale è più basso, ma il vantaggio sarà tangibile nel tempo con un risparmio sulla bolletta del gas che può raggiungere il 30%.

Anche Edison permette di scegliere la cessione del credito d’imposta per procedere all’acquisto della nuova caldaia sostenendo al cliente, solo la spesa della quota non detraibile.