Don Francesco Spagnesi
Don Francesco Spagnesi

Ha dell’incredibile quanto successo a Prato dove la polizia ha arrestato un parroco per spaccio. Si tratta di don Francesco Spagnesi, sacerdote 40enne. L’uomo è finito ai domiciliari con l’accusa di spaccio di stupefacenti e importazione di sostanze stupefacenti. Don Francesco Spanesi è coinvolto in un’indagine su festini a base di cocaina e di Gbl, la cosiddetta «droga dello stupro». Da ormai diversi giorni il prete aveva anche lasciato l’incarico nella parrocchia dell’Annunciazione nel quartiere pratese della Castellina.

Scandalo in città, arrestato don Francesco Spagnesi: festini con la droga dello stupro

Secondo la ricostruzione della polizia, il sacerdote avrebbe importato dall’estero, nel corso del tempo, quantitativi di Gbl compresi tra mezzo litro e un litro per volta assieme ad un complice, Alessio Regina, anch’esso 40enne. E’ stato proprio in seguito all’arresto di quest’ultimo (avvenuto a fine agosto) che gli inquirenti hanno scoperto il coinvolgimento di don Francesco Spagnesi. La droga, importata dall’Olanda, sarebbe stata pagata con le offerte dei parrocchiani e destinata a persone contattate tramite siti di incontri sessuali.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, riporta Il Corriere della Sera, i festini sarebbero stati organizzati in un’abitazione nella disponibilità dell’altro indagato, anche lui agli arresti domiciliari. Una decina i partecipanti agli incontri su un totale di circa 200 contatti rinvenuti sul telefonino del prete.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.