Elena Santarelli: “Mio figlio non è malato”, poi rimuove il post. IL MISTERO

Il post di Elena Santarelli, poi rimosso

Elena Santarelli prima pubblica un post contro una giornalista, rea di aver parlato della malattia del figlio Giacomo, poi rimuove il post.  Stavolta non sono stati gli haters a puntare il dito contro di lei, a farla molto arrabbiare ci ha pensato una giornalista del Messaggero Veneto, Simonetta D’Este. Ja pubblicato un articolo in cui viene riportata la notizia della partita di beneficenza in cui giocherà anche Totò Di Natale. Partita che servirà a raccogliere fondi per i tumori cerebrali, patologia di cui è affetto il piccolo di Elena Santarelli. A far andare su tutte le furie la show girl è stato il titolo utilizzato per presentare la notizia.

 

Elena Santarelli: “Per noi Giacomo non è malato bensì ha un problema da risolvere”

Elena Santarelli, in un lungo post su Instagram ha scritto, in riferimento al titolo dell’articolo. “Martedì con il Donatello Totò torna a giocare per il figlio di Corradi- Di Natale contro ex bianconeri per aiutare il bimbo malato”. “Io delle volte rimango incredula dinanzi a certi titoli: “Totò di Natale torna a giocare per il figlio di Corradi “,sarebbe stato corretto scrivere “Totò Di Natale torna a giocare e devolve l’incasso della partita al progettoheal”..aggiunge poi la giornalista o chissà chi “ per aiutare il bimbo malato” ma stiamo scherzando? “Aiutare il bimbo malato”..ma come si fa ad usare queste parole con tanta leggerezza.

L’aiuto dei dottori

Gli unici che ci aiutano sono i dottori che seguono mio figlio al Bambin Gesù. Carissima giornalista pensi che per noi Giacomo non è “ malato” bensì ha un problema da risolvere ,noi genitori non lo vediamo come “ malato “ ma si sa che a voi piace cadere nel titolo tragico per attirare la gente(mamma Elena e’ stanca di questi titoli ). Ad ogni modo il gesto del nostro amico Totò Di Natale è lodevole ma lo fa per aiutare la ricerca e non per aiutare noi. Quando trattate temi così delicati informatevi e scrivete usando il “cervello “ Che non è un optional…ma va usato correttamente. L’articolo è di Simonetta D’Este, chissà chi si assumerà la responsabilità del titolo !!!#basta#portaterispetto #ignoranti #sciacalli.”

Il mistero del post cancellato

Misteriosamente il post è stato cancellato, forse su indicazione o richiesta della stessa giornalista. Intanto Elena Santarelli (è tornata in tv, nel programma del pomeriggio Italia Sì condotto da Marco Liorni. E al settimanale F racconta il dramma che ha colpito la sua famiglia e il tumore del piccolo Giacomo: “Sono una donna fortunata, lo scriva. Da certe esperienze si esce trasformati: so che non sarò più quella di prima, ma so anche che sono diventata una persona migliore”.

BASTA FOTO SOCIAL DEI FIGLI 

Elena ha anche deciso di non postare più foto dei figli sui social. “Una riflessione che non avrei mai fatto senza la malattia di Giacomo. Ho sempre postato le foto dei miei bambini, mi faceva piacere. Oggi ho deciso che non lo farò più perché desidero che mio figlio, anche quando sarà guarito, sia libero di uscire senza essere indicato come il figlio della Santarelli. Tra un anno sarà diverso e nessuno lo riconoscerà più”.

Elena Santarelli: “Più facile curare il cancro che queste bestie umane”

Il pubblico è insorto contro il post, condannandolo fermamente e anche dal mondo dello spettacolo sono piovuti commenti di solidarietà e sostegno per Nadia Toffa. Elena Santarelli, ad esempio, che combatte da mesi una battaglia durissima contro il tumore cerebrale che ha colpito il primogenito Giacomo, ha scritto: “Forse è più facile curare il cancro che queste bestie umane che riescono ad esprimere concetti che fatico a leggere”. Alessia Marcuzzi ha semplicemente definito l’utente in questione “un cretino”.